San Giovanni Ilarione - Lessinia

Login / Registrazione
travelitalia

San Giovanni Ilarione

Lessinia / Italia
Vota San Giovanni Ilarione!
attualmente: 08.00/10 su 2 voti
CENNI STORICI

Il nome del paese si riferisce al Battista cui è dedicata la Chiesa di Castello e ad esso fu aggiunto il nome derivante da un attributo, forse “aronna”, indicante un toponimo (o erbe o terre o rocce o altre particolarità del luogo). Solo nel 1582 compare il termine Hilarione. Risale al 1091 il documento in cui compare il nome Sancto Joanne Ad Aronna.
Per altri versi, la storia di San Giovanni Ilarione, si confonde con quella della zona circostante – in particolare con quella di Soave – e non presenta avvenimenti di particolare rilievo: sottoposto agli Scaligeri, poi alla Serenissima, dopo il breve periodo francese, fu sottoposto alla dominazione austriaca, fino al 1866, quando entrò nel Regno Italico.

DA VEDERE
  1. Chiesa parrocchiale di San Benedetto, a Cattignano. Divenuta sede parrocchiale nel giugno 1947, la chiesa fu eretta nel 1881 ed è dedicata a San Benedetto; accanto ad essa spicca il possente campanile che domina sul piccolo ma suggestivo centro collinare di Cattignano.
  2. Chiesa parrocchiale di Santa Caterina in Villa. Edificata fra il 1901 e il 1909 su disegno del progettista vicentino Gerardo Marchioro, sorge sul luogo della precedente chiesa quattrocentesca: la maestosa facciata predomina sull'ampio piazzale, mentre l'interno a tre navate presenta pregevoli affreschi del Pajetto e preziose pale dei secoli XVI e XVII. Di notevole valore sono anche le raffinate vetrate ed alcuni dipinti del Menato.
  3. Chiesa di San Gaetano e Sant'Antonio, in località Boarie. Eretta nel 1715 da Achille Balzi, la cui tomba si trova all'interno dell'edificio, costituì oratorio pubblico di proprietà della nobile famiglia Balzi.
  4. Chiesa di San Zeno in località Scandolaro. La chiesetta campestre, in stile romanico, sembra risalire al sec. XIII; in stato di completo abbandono per decenni, è stata profondamente restaurata nel 1981. AI suo interno, si conserva una statua lapidea di San Zeno, datata 1442.
  5. Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, a Castello. Costruita fra il 1808 e il 1812 assieme al campanile, con cui forma un unico complesso architettonico, fu edificata sul sito dell'antico castello medievale, in posizione preminente. Sede dell'antica e unica parrocchia del territorio comunale, conserva al proprio interno, costituito da una sola navata a croce greca, una preziosa pala quattrocentesca del Montagna e un ciclo di dipinti raffiguranti la vita del Battista.
  6. Cippo confinario del 1472, conservato presso il Municipio. Testimone di un’interminabile vertenza fra i comuni di san Giovanni Ilarione e Tregnago, il cippo fu eretto nel 1472 dal governo veneziano per segnare il confine fra i territori comunali dei due Comuni. Restaurato negli anni '80, è oggi conservato nella sala civica del Municipio.
  7. Villa Balzi-Tanara
  8. I Basalti Colonnari, nelle frazioni di Castello e nella contrada Panzarotti, in località "Monte del Diaolo".
  9. La scogliera corallina del c.d. “orizzonte”.
Condividi "San Giovanni Ilarione" su facebook o altri social media!

San Giovanni Ilarione - Commenti [0]

 

Aggiungi commento


Nome
Cognome
Email (non sarà pubblicata)
Commento (non sono ammessi tag HTML)
Inserisci il codice di sicurezza indicato di seguito*
 
Vuoi ricevere via email la notifica per ogni nuovo commento inserito?
No Si

* Impedisce l'esecuzione di script automatici non autorizzati.