Antonio Badile - Verona

Login / Registrazione
travelitalia

Antonio Badile

È il più noto dei pittori Badile. Figlio di Gerolamo, rimasto orfano a dodici anni convisse con lo zio Francesco del quale fu discepolo. Nel 1541 sposò Laura del Ferro ed ebbe otto figli tra cui Elena che andò sposa a Paolo Veronese.

Nessuno dei figli di Antonio seguì le orme del padre. Erede del patrimonio dello zio Francesco, acquistò altre terre in Valpolicella. Predilesse la sua villa di Cavarena in Mazzurega e dotò di una delle sue più belle tele la chiesa del Paese, quella chiesa che raccolse più tardi (1725) le spoglie di Cassandra Badile.

Antonio Badile fu pittore geniale e avrebbe dato prova maggiore delle sue capacità se la morte non lo avesse colto alla sola età di 44 anni. Ebbe la gloria di iniziare all'arte Paolo Veronese.

Un suo primo lavoro è l'Ancona Festo con La Madonna, S. Dionisio e la MaddaIena del Museo di Castelvecchio. Nello stesso Museo è Il Bambino dell'Uccellino e La Madonna di Piazza dei Signori coi Santi Pietro, Andrea, Giovanni Evangelista, opera firmata e datata 1546. Il suo miglior lavoro è considerata la pala di San Nazaro: La Madonna e Santi datata 1540, quando il pittore aveva ventiquattro anni. Altra sua opera notevole, La resurrezione di Lazzaro, è nella cappella S. Croce a San Bernardino. Altri suoi lavori, oltre la pala di Mazzurega già citata, sono a Padova, Treviso, Lovere, Lipsia ecc.

BIBLIOGRAFIA: Dal Pozzo, Cignaroli, Lanceni, Zannandreis, Maffei, Da Persico, Bernasconi, Simeoni, Samba (in Treccani), Cavazzocca, Tura, Testi, Giarola, Biadego, Sandberg.
Condividi "Antonio Badile" su facebook o altri social media!

Antonio Badile - Commenti [0]

 

Aggiungi commento


Nome
Cognome
Email (non sarà pubblicata)
Commento (non sono ammessi tag HTML)
Inserisci il codice di sicurezza indicato di seguito*
 
Vuoi ricevere via email la notifica per ogni nuovo commento inserito?
No Si

* Impedisce l'esecuzione di script automatici non autorizzati.