Chiesa di Santo Stefano - Verona

Login / Registrazione
travelitalia

Chiesa di Santo Stefano

Verona / Italia
Vota Chiesa di Santo Stefano!
attualmente: 08.35/10 su 17 voti
Cenni storici. Il nucleo primitivo della chiesa – l’impianto e le mura laterali – risale probabilmente al sec. V, quando arrivò alla comunità cristiana di Verona il culto del santo protomartire Stefano, le cui reliquie erano state ritrovate nel 415. E’ probabile che, fino al sec. VIII, la chiesa romanica di Santo Stefano sia stata la cattedrale di Verona. Nell’VIII secolo, il deterioramento dell’edificio impose un rifacimento pressoché completo. Di questo rifacimento nulla rimane, all’infuori dei capitelli, perché – pur non avendo subito gravi danni per il terremoto del 1117 – la chiesa fu ricostruita da artefici romanici nella prima metà del sec. XII, ad eccezione dell’abside.

Architettura ed arte. La facciata è in cotto e tufo, con la consueta cornice d’archetti rampanti, una crociera luminosa centrale, un semplice rosone e un piccolo protiro pensile che sovrasta la porta maggiore. Rosone e finestre laterali sono state aperte nell’ottocento. Il campanile, ottagonale, con bifore divise da piastrini, è completamente in cotto ed è piuttosto tozzo e pesante. L’interno della chiesa è a tre navate, ma con tetto unico, con crociera, cripta e presbiterio sopraelevato. La galleria che corre attorno all’abside, con le sue colonne a capitelli, fa ritenere che in antico vi fossero matronei laterali. Nella chiesa inferiore, a destra, appena entrati, è notevole una cappella barocca dedicata ai SS. Innocenti. La cupola è affrescata da Pasquale Ottino. Sempre di Ottino è la pala dell’altare, raffigurante la Strage degli Innocenti. Tale Cappella, costruita tra il 1618 e il 1621, consta di un parallelepipedo sul quale s’innesta un cilindro. L'interno è fittamente decorato di stucchi manieristici d’estrema finezza. Nella chiesa superiore, gli affreschi sono meglio conservati: a sinistra del presbiterio figurano una splendida Annunciazione ed un’Incoronazione della Vergine, di Martino da Verona.
Fonte: Notiziario BPV numero 4 anno 1983, Simeoni, Guide 02

Condividi "Chiesa di Santo Stefano" su facebook o altri social media!

Chiesa di Santo Stefano - Commenti [0]

 

Aggiungi commento


Nome
Cognome
Email (non sarà pubblicata)
Commento (non sono ammessi tag HTML)
Inserisci il codice di sicurezza indicato di seguito*
 
Vuoi ricevere via email la notifica per ogni nuovo commento inserito?
No Si

* Impedisce l'esecuzione di script automatici non autorizzati.