Francesco Barbieri - Verona

Login / Registrazione
travelitalia

Francesco Barbieri

Nativo di Legnago. Soldato della Repubblica Veneta fu a Brescia dove strinse amicizia col pittore Gandini e iniziò con lui lo studio dell'arte. Tornato in patria studiò col Carpioni del quale divenne seguace.

Fu artista fantasioso. Dipinse fatti storici e mitologici, paesaggi e soggetti religiosi che ornarono le gallerie private e le case patrizie: patrimonio prezioso pressoché tutto disperso. Anche il suo capolavoro, l'affresco di Santa Maria della Ghiaia con la Trilogia di Maria, firmato e datato 1678, è finito in Ungheria, acquistato da Federico Rosenowski dal precedente proprietario (un certo Brasavola).

Dello Sfrisato non rimane che una tela dell’altare di San Gaetano nella chiesa di San Nicolò, un affresco della volta nella stessa chiesa, una pala d’altare a Villabartolomea e due tele a Cerea. Un figlio del Barbieri, di nome Lorenzo, fu pure pittore.

BIBLIOGRAFIA; Dal Pozzo, Lanceni, Zannandreis, Simeoni, Arnold-Schoen.
Condividi "Francesco Barbieri" su facebook o altri social media!

Francesco Barbieri - Commenti [0]

 

Aggiungi commento


Nome
Cognome
Email (non sarà pubblicata)
Commento (non sono ammessi tag HTML)
Inserisci il codice di sicurezza indicato di seguito*
 
Vuoi ricevere via email la notifica per ogni nuovo commento inserito?
No Si

* Impedisce l'esecuzione di script automatici non autorizzati.