La famiglia Caroto - Verona

Login / Registrazione
travelitalia

La famiglia Caroto

Famiglia di pittori, appartenente al novero di quei Lombardi affluiti a Verona al tempo del rinnovamento, per esercitarvi l'arte loro nel campo dell’edilizia e dell'industria laniera. Il primo del quale Si ha notizia è un Bettino Baschi da Caravaggio, vissuto a Verona verso la fine del ‘400, che lasciò due figli: Stefano sacerdote che conservò il cognome Baschi, e Pietro che assunse l'appellativo dì Caroto da Caravaggio.

Da Pietro discendono quattro figli dei quali due, Gianfrancesco e Giovanni eccellenti pittori e un nipote (figlio di una figlia di Pietro), che si fa chiamare Caroto de' Centenari, pure pittore.

La famiglia Caroto, benestante, possedeva tra l’altro una farmacia in Piazza Erbe, all'insegna del "Caro" o del "Charo". Non si sa perché Pietro abbia abbandonato il suo cognome Baschi per adottare quello di Caroto, ma si può pensare che non sia estranea l'insegna della farmacia.

Gio. Francesco e Giovanni Caroto sono seppelliti nella tomba di famiglia in S. M. in Organo (Cappella di San Nicolò). Giovanni in una pala in S. M. in Organo aveva dipinto il suo ritratto e quello della moglie Placida. La pala è scomparsa.
Condividi "La famiglia Caroto" su facebook o altri social media!

La famiglia Caroto - Commenti [0]

 

Aggiungi commento


Nome
Cognome
Email (non sarà pubblicata)
Commento (non sono ammessi tag HTML)
Inserisci il codice di sicurezza indicato di seguito*
 
Vuoi ricevere via email la notifica per ogni nuovo commento inserito?
No Si

* Impedisce l'esecuzione di script automatici non autorizzati.