Personaggi di Verona

Login / Registrazione
Paolo Groppo - Copyright
Paolo Groppo - Copyright
travelitalia

Personaggi di Verona

Personaggi di Verona - 20: 435 Pagine dei risultati: Precedente  16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   Successive


Giovanni Antonio Campostrini
persone

Ingegnere, nominato Senatore del Regno nel 1840. Fu Presidente della Deputazione Provinciale....
Giovanni Antonio Falconetto
persone

Fratello di Giovanni Maria. Buon pittore, abilissimo nel ritrarre animali, e buon miniatore. Esiliato dalla Repubblica Veneta col fratello e tutta la famiglia perché fautore di Massimiliano, riparò nel Trentino, dove prese moglie e rimase poi sempre. A Rovereto, a Sacco e in altri centri della VaI d'Adige sono ricordati vari suoi lavori. BIBLIOGRAFIA: Vasari; Cignaroli; Zannandreis; Bernasconi....
Giovanni Badile
persone

Figlio di Antonio, Giovanni Badile occupa un posto eminente tra i pittori che derivarono l'arte loro dalla Scuola dell'Altichieri e che portarono a più alto segno la pittura veronese. Opera certa di Giovanni Badile è l'affresco della Cappella Guantieri in Santa Maria della Scala. Il Museo di Castelvecchio possiede sei opere di questo pittore: La Madonna della Levata, Il Polittico dell'Aquila, La Madonna degli alberi d'arancio), Madonna col B...
 
Giovanni Battista Amigazzi
persone

Allievo di Claudio Ridolfi, ricordato come abilissimo copiatore e imitatore delle opere del maestro. Di suo poco ci è rimasto: sono scomparse due tele già in Sant'Anastasia e in Santa Maria Antica ed altre che furono in private gallerie. La chiesa di San Biagio in Concamarise possiede una pala rappresentante San Carlo. La chiesa di Mezzane di Sotto ha un affresco sulla volta del coro (L' Assunzione). BIBLIOGRAFIA: Dal Pozzo; Lanceni; C...
 
Giovanni Battista Barca
persone

Mantovano d'origine, ancor giovanetto venne a stabilirsi in Verona. S’ignora chi sia stato il suo maestro. Seppe farsi uno stile leggiadro e pieno d’effetto, onde piacque molto al suo tempo. Dell'opera di questo pittore sono rimasti alcuni buonI saggi. A San Fermo; La deposizione dalla Croce (cappella della Madonna); a S. Marta della Scala: I SS. Crispino e Crispiniano (I alt. a destra). Nella parrocchiale d’Illasi: La deposizione dalla Croce;...
 
Giovanni Battista Bellotti
persone

Allievo del Voltolini, completò a Venezia la sua formazione artistica. Forte ingegno e acuto studioso. Ci rimangono alcune buone opere. In Santa Maria della Scala: S. Pellegrino (II alt. a destra); in San Fermo: San Francesco (alt. Della Torre); nella chiesa dei Notai (ora Sala dei Giurati) nel vecchio palazzo del Comune: I Re Magi, il Presepio e alcuni ovali ii con La Storia di Cristo. Altre sue opere, già in gallerie private, sono s...
 
Giovanni Battista Beretta
persone

Maestro di musica e musicologo distinto, direttore del Liceo musicale di Bologna. Attese alla continuazione del Dizionario artistico-scientifico-storico-tecnologico-universale edito dal Pirola in Milano. Illustrò il Manuale dei compositori del Fetis (Milano, 1863). Pubblicò: Elementi di musica (Milano, Ricordi); Relazione e progetto di Regolamento pel Liceo musicale di Bologna (Bologna, 1863). Suoi cenni biografici nel Dizionario dei M...
 
Giovanni Battista Bianchi
persone

Scultore e architetto, operò in varie parti d'Italia e in Germania. Fioriva nel 1656. Ne tratta brevemente lo Zannandreis in Vite (Verona, 1891)...
 
Giovanni Battista Biancolini
persone

Scriveva J. de La Bruyère: "Ci sono degli spiriti, vorrei dire mediocri, inferiori e gregari, che paion fatti per essere i raccoglitori, l’inventario e il deposito di tutti gli scritti dei geni: sono plagiari, traduttori, compilatori; non pensano per nulla, dicono quello che gli altri anno pensato; ... non hanno nulla di originale e di proprio; non sanno quello che hanno imparato e non imparano altro che ciò che tutti volentieri ignorerebbero,...
 
Giovanni Battista Buratto
persone

Allievo del Pannelli, fu ottimo artista, studioso degli antichi. Riportò un primo premio di concorso dell'Accademia di Verona. Dipinse soggetti religiosi e si dedicò anche all'insegnamento. Divenuto cieco, ebbe cure figliali dal suo discepolo Ugolini. Delle sue opere è rimasta L'Ultima Cena nella cappella del Sacramento della Cattedrale. BIBLIOGRAFIA : Zannandreis; Bernasconi; Da Persico, Simeoni....
 
Pagine dei risultati: Precedente  16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   Successive