Ponte della Vittoria - Verona

Login / Registrazione
travelitalia

Ponte della Vittoria

Verona / Italia
Vota Ponte della Vittoria!
attualmente: 04.00/10 su 1 voti
Il ponte ebbe il nome dalla Vittoria di Vittorio Veneto (4 novembre 1918).Il Comune bandì concorso nazionale per un ponte monumentale ad esaltazione della Vittoria ed a ricordo dei Caduti veronesi. Quaranta furono i concorrenti.

Il 28 giugno 1925, la commissione giudicatrice - con capo il Sen. Corrado Ricci - aggiudicò il primo premio e l'esecuzione al progetto «Nec discendere nec morari» dell'architetto Ettore Fagiuoli e dell'ingegner Ferruccio Cipriani, affermando la persuasione «che con opportune facili modificazioni quel ponte sarà degno ornamento della bellissima Verona e degna celebrazione della Vittoria».

I giudici avevano indicato di non poter ammettere "progetti scenograficamente esuberanti... non in armonia col luogo dove il ponte deve sorgere... luogo conveniente nei riguardi dell'arte, edilizia, della viabilità...".

Ed invero fu ben scelto il sito, che dalla porta antica della città, agevolava la via dal Corso I alla Campagnola; ben scelto lo stile tra il classico e il moderno, monumentale ma semplice, che non consigliava il gotico grandioso ma esuberante per la vicinanza di Castelvecchio; ben scelti i mezzi col rivestimento in pietra viva, per la nobiltà del monumento, ma con l'interno in cemento armato, sia per l'economia (il preventivo massimo era di due milioni) sia per la resistenza, diminuendo la rampa o pontàra dei ponti antichi, evitando l'ascesa e la sosta, specie ai carri con animali, conforme al motto: nec descendere nec morari.

Così ne scrive l'architetto: «tre arcate ad intradosso policentrico della corda di m. 32 le laterali e m. 35 la centrale. L'arco policentrico rialza la massa ingombrante, avvantaggiando il passaggio dell'acqua, facilitato pure dai fori circolari sulle pile».

Alle piene, tuttavia, tali precauzioni non impedivano dislivello notevole. Per rispondere poi al concetto di monumentalità, si posero quattro piloni alle due testate per base ai gruppi statuari e per incidervi bollettini di guerra. Sulle pile sporgono due poggioli come già al vecchio Ponte Nuovo, per soffermarsi a contemplare indisturbati il panorama. Il Castelvecchio addietro, col ponte in tutta la sua grandiosa mole, la svolta dispettosa ma rispettosa dell’Adige, l’Arco dei Gavi, il Palazzo Canossa ed altri, la riva San Lorenzo con la Chiesa ripristinata, libera verso il fiume, imprigionata di fronte, parlano di Verona antica e, dall'altra sponda, tutto moderno. Volgendosi poi verso i monti, oltre le rive fiancheggiate da palazzi, oltre i colli che difendono Verona, oltre il Pastello che sorveglia i Lessini, si scorge, ora cupo e turchino, ora candido per neve, con le sue creste a Resegone il

Baldo paterno monte
(che) guarda la bella dall'alto.


Il ponte Iungo m. 111 e largo m. 17 (compresi i poggioli) fu costruito dall'impresa Tosadorl, aperto il 4 novembre 1929 e compiuto nel 1931 con l'erezione dei gruppi equestri monumentali di bronzo, simboleggianti la Vittoria. I due verso Campagnola sono opera di Angelo Biancini da Castelbolognese: singolare in uno (non è chiaro se con intenzione sarcastica) la Vittoria in atto di tagliarsi con la spada il pollice, gesto che ricorda il pollice trunco. I due gruppi a destra sono di Mario Salazzari veronese.

La notte fra il 25 e 26 aprile 1945 le mine fecero crollare due arcate a sinistra, lasciando sussistere, benché mutilata, la destra, che sembra ancora lanciarsi all'assalto e servì d'appoggio al ferreo ponte gettato in un sol giorno per inseguire i tedeschi fuggiaschi e ripristinare (unico mezzo in tutta Verona) la comunicazione fra le due rive. Purtroppo lo scoppio delle mine danneggiò, più che i bombardamenti precedenti, anche gli edifici dei Lungadige, che però furono rapidamente restaurati.
Fonte: Trecca

Condividi "Ponte della Vittoria" su facebook o altri social media!

Ponte della Vittoria - Commenti [0]

 

Aggiungi commento


Nome
Cognome
Email (non sarà pubblicata)
Commento (non sono ammessi tag HTML)
Inserisci il codice di sicurezza indicato di seguito*
 
Vuoi ricevere via email la notifica per ogni nuovo commento inserito?
No Si

* Impedisce l'esecuzione di script automatici non autorizzati.