Storia di Verona

Login / Registrazione
Paolo Groppo - Copyright
Paolo Groppo - Copyright
travelitalia

Storia di Verona

Storia di Verona - 2: 19 Pagine dei risultati: Precedente  1   2  


Verona barbarica
storia

Odoacre fu re di fatto e lasciò buona fama di sé. Non mutò le leggi, né le tradizioni né l'amministrazione romana; pur essendo ariano, non avversò i cattolici. Confiscò ai latifondisti un terzo delle terre e le distribuì ai suoi soldati; questo provvedimento ebbe effetti benefici per l'agricoltura e per l'economia. Diede all'Italia pace e sicurezza. Con le armi arrestò l'invasione dei Rugi; ma non poté sostenere l'impeto degli Ostrogoti, spinti i...
Verona comunale
storia

I primi Comuni, nell'Italia settentrionale e centrale, sorsero nella seconda metà del sec. XI: a Milano nel 1044, a Lucca nel 1080, a Genova nel 1098, poi via via nelle altre città.L'elezione dei consoli indicava che il regime feudale era finito. In Verona i primi consoli furono eletti solamente nel 1136. La causa di questo ritardo, rispetto alle altre città, sembra da attribuire alla potenza e al prestigio di Alberto di Sambonifacio, che unì ai s...
Verona francese
storia

Nel maggio 1796 gli eserciti austriaci, in fuga davanti alle truppe francesi guidate da Napoleone, cercarono rifugio nel Trentino per l'abituale via del Veronese; ma una parte di essi occupò Peschiera.Bonaparte proclamò che sarebbe entrato nel territorio veneziano per inseguire il nemico ed assicurare la libèrtà d'Italia. Subito occupò Verona, luogo fortificato, adatto per fronteggiare i nuovi eserciti tedeschi i quali stavano per calare dal T...
 
Verona italiana
storia

Il 16 ottobre 1866 le truppe italiane entrarono, festeggiatissime, in Verona e subito la città, con unanime plebiscito popolare, entrò a far parte del Regno Italiano (21-22 ottobre).Sorsero nuovi quartieri, nuove scuole, nuove fabbriche; Verona, fin'allora fondamentalmente agricola, divenne anche un importante centro industriale.Durante il sec. XIX vennero costruiti il Castello sul Colle di San Pietro, l' Arsenale, il Municipio, il Cimitero M...
 
Verona preistorica
storia

Verona ha origini preistoriche ed è senza dubbio una delle più antiche città d'Italia. A fine Ottocento, sono stati scoperti in Lessinia sicuri indizi d’insediamenti umani del neolitico: armi ed utensili in pietra appartenuti a popolazioni inumatrici che abitavano in grotte. Tracce del neolitico si sono trovate sul Colle di San Pietro e sulle colline circostanti.Le prime scoperte paleontologiche nel veronese risalgono alla metà dell’Ottocento. S...
 
Verona romana
storia

All'inizio del III secolo a.C. il territorio veronese era prevalentemente occupato da Veneti. Fra questo popolo e Roma vi erano rapporti di fedele amicizia, forse anche di sottomissione; non di soggezione. Nell'anno 225 a .C. le città venete si allearono con Roma contro i Galli e nel 216 milizie venete e veronesi combatterono a Canne contro Annibale. In seguito, Roma estese le sue conquiste alle regioni dell'Italia meridionale e insulare, al r...
 
Verona scaligera
storia

Le Signorie sorsero in Italia tra la fine del sec. XIII ed il principio del sec. XV, quando le città affidarono il potere a vita ad un solo cittadino poiché i Podestà, rimanendo in carica solo pochi mesi, non avevano il tempo necessario per far valere la loro autorità.Talvolta i Signori s'impadronirono del potere con le armi, o con l'appoggio di un partito; solo eccezionalmente i feudatari divennero i Signori delle loro terre. In Verona il popolo ...
 
Verona veneziana
storia

Venezia era ormai divenuta uno dei più potenti e ricchi stati autonomi d'Italia. Conclusa nell'anno 1381 la pace con Genova, continuò la sua trasformazione da repubblica marinara a stato di terraferma, per opporsi alle Signorie dell'Italia Settentrionale che, ormai vaste e potenti, miravano a chiudere al commercio veneto le vie alpine, in particolare quella dell'Adige, e perché, divenuta precaria la situazione coloniale, vedeva la necessità di s...
 
Verona viscontea
storia

Il dominio visconteo (1387-1402) fu rigido e severo, contrastato da lotte e ribellioni domate nel sangue.Gian Galeazzo si curò quasi solamente di rafforzare, per il proprio interesse, le difese della città contro la crescente potenza di Venezia. Apri nuove vie (e fra queste Via Nuova), ampliò e restaurò le mura, eresse i castelli di San Pietro e San Felice, costruì una munita cittadella e, in provincia, grandi fortificazioni sul Mincio, presso B...
 
Pagine dei risultati: Precedente  1   2